Close

22 Giugno 2021

Sulla morosità durante il covid; ultime decisioni

Si pronunzia un Giudice del Tribunale di Roma “I richiamati Dpcm, adottati durante l’emergenza sanitaria e per affrontare la stessa, non assurgono a fonte normativa, essendo, semmai, partecipi della medesima natura delle ordinanze contingibili ed urgenti, le quali – secondo l’orientamento più convincente (…) – sono meri provvedimenti amministrativi generali ma privi di valenza normativa” – citando in tal senso la giurisprudenza del Consiglio di Stato (sez. IV, 5973/2013) così come una sentenza della S.C. (SS.UU., 20680/2018) – e ne deduce che essi siano esclusi dal principio iura novit curia e avrebbero dovuto essere prodotti in giudizio dalla parte interessata.

Quanto al resto, evidenzia il giudice che l’esercizio di un diritto sancito nel contratto “non può essere considerato, in sé, violativo dell’obbligo di comportarsi secondo buona fede”, semmai la violazione della buona fede potendo risiedere nelle particolari modalità concrete di tale esercizio, quando in relazione alle circostanze del caso siano appunto scorrette

Il criterio della buona fede impone, sì, al contraente di attivarsi in favore dell’altro ma pur sempre “nei limiti dell’interesse proprio” (Cass. 23069/2018) ovvero “nei limiti in cui ciò possa avvenire senza un apprezzabile sacrificio di altri valori” (Cass. 17642/2012) ovvero “nei limiti in cui ciò possa avvenire senza un apprezzabile sacrificio a suo carico” (Cass. 10182/2009) ovvero sempre che “non pregiudichi in modo apprezzabile il proprio interesse” (Cass. 5240/2004). Ne discende che la rinuncia ad un diritto contrattuale per addivenire ad un accordo costituisce certamente “un apprezzabile sacrificio che non può essere preteso”.

In conclusione, il giudice accerta il grave inadempimento della conduttrice, dichiara la risoluzione del contratto, conferma l’ordinanza di rilascio dell’immobile e – respinte le domande riconvenzionali – condanna la conduttrice a corrispondere alla locatrice il canone convenuto a partire dal mese di aprile 2020 fino all’effettivo rilascio, oltre agli interessi di legge e alla rifusione delle spese di lite.

error: Contenuto protetto
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.