Close

28 Maggio 2021

Collaboratore domestico e accertamento redditi

E’ illegittimo l’avviso per presunti redditi di locazione percepiti e non dichiarati dal locatore dell’immobile occupato senza alcun titolo dopo la fine del rapporto

Il contratto di comodato dell’immobile e la documentazione Inps dimostrano che il collaboratore domestico usufruisce di vitto e alloggio gratuiti: è, pertanto, illegittimo l’accertamento di maggiore Irpef per presunti redditi di locazione percepiti e non dichiarati dal proprietario dell’immobile occupato senza alcun titolo dopo la fine del rapporto.

Le affermazioni della collaboratrice sono «unilaterali, meramente strumentali e rese all’interno di un procedimento instaurato dall’appellante e volto a ottenere la liberazione dell’immobile posseduto sine titulo». ….  «nell’ambito di un rapporto di collaborazione domestica, la lavoratrice poteva usufruire di vitto e alloggio gratuiti» e si tratta di atti con data certa, «che non possono essere smentiti da strumentali dichiarazioni di terze persone».  

error: Contenuto protetto
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.