Close

18 Maggio 2021

ASncora sui danni da ingiusta detenzione

Per l’ingiusta detenzione del professionista il risarcimento scatta solo il calcolo aritmetico dell’indennità se non prova gli  ulteriori danni provocati, in questo caso, dai domiciliari.
“… qualora la parte istante alleghi la sussistenza di danni che travalichino la medietà della lesione -quali quelli derivanti da una grave compromissione dell’attività professionale e da particolari situazioni di pubblica esposizione, dovuti al clamore delle accuse e della carcerazione – per l’impossibilità, da un lato, di contenere la risonanza della notizia e dall’altro, le sue ripercussioni personali e patrimoniali la motivazione che si limita a determinare il quantum sulla base del criterio meramente aritmetico non può risolversi in una petizione di principio, peraltro basata sul richiamo e la condivisione della giurisprudenza di legittimità di segno completamente diverso.”

error: Contenuto protetto
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.