Close

8 Aprile 2021

Marciapiede condominiale ad uso pubblico: Chi risponde dei danni

Il Tribunale, infatti, considera irrilevante ai fini dell’attribuzione della responsabilità al Condominio o al Comune, la collocazione del punto di caduta del pedone, se in area pubblica ( comunale) o in area privata ( condominiale), mentre esamina la questione circa il soggetto tenuto alla custodia del marciapiede su cui si è verificato il danno.

Sul punto, il Tribunale accogliendo l’ eccezione di difetto di legittimazione passiva di un condominio  individua quale elemento identificativo del soggetto su cui gravano gli obblighi custodiali e manutentivi, non la proprietà (o il possesso) della cosa, come sostenuto dal Condominio convenuto, bensì il potere di governo della cosa.

Ciò sulla base del principio giurisprudenziale secondo cui è custode ex art. 2051 c.c. ” chi di fatto ne controlla le modalità d’uso e di conservazione” ( Cass. n. 4279/08, n. 1769/12), per cui la speciale responsabilità ex art. 2051 c.c. va ricercata nella circostanza che il custode ” ha il potere di governo sulla cosa” ( Cass. Sezioni Unite n. 9449/2016).

 

error: Contenuto protetto
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.