Close

20 Luglio 2020

Scandalo a Venezia ..la sentenza prima dle processo

Venezia, grande sconcerto alla Corte d’Appello: gli avvocati ricevono la sentenza ma il dibattimento non c’è stato. Il Csm chiede l’apertura di una pratica. Il ministro Bonafede ha già spedito gli ispettori per “accertamenti preliminari”

Questa volta nessuno potrà accusarla di essere lenta. La Corte d’Appello di Venezia spedisce le sentenze addirittura tre giorni prima di discutere il caso in aula. Tempi record, e tutto con mezzi modernissimi: via posta elettronica certificata, direttamente nella casella dell’avvocato. Il quale, neanche a dirlo, si vede respingere il ricorso. Ma quel che si guadagna in velocità si perde in fantasia: il testo della motivazione, infatti, è identico a quello di un’altra decisione di quattro anni fa. Brutalmente detto: copia e incolla. Così le acque placide davanti all’austero Palazzo Grimani, sul Canal Grande, si increspano di tempestose polemiche.

error: Contenuto protetto
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.