Close

23 Giugno 2020

Reintegrazione del lavoratore licenziato

E’ ammessa la reintegra del lavoratore solo quando la condotta accertata è punita con sanzione conservativa

La valutazione di non proporzionalità della punizione rispetto al fatto contestato comporta nelle altre ipotesi solo la tutela indennitaria forte

La cassazione asserisce che ” la valutazione di non proporzionalità della sanzione rispetto al fatto contestato e accertato comporta l’applicazione della tutela di cui all’articolo 18, quarto comma, solo nell’ipotesi in cui la fattispecie accertata sia specificamente contemplata dalle previsioni dei contratti collettivi ovvero dei codici disciplinari applicabili, che a essa facciano corrispondere una sanzione conservativa. Al di fuori di tale caso la sproporzione tra la condotta e la sanzione espulsiva rientra nelle altre ipotesi in cui non ricorrono gli estremi del giustificato motivo soggettivo o della giusta causa, per le quali l’articolo 18, quinto comma prevede la tutela indennitaria cosiddetta forte. Infatti la limitazione della tutela reintegratoria alle sole ipotesi di tipizzazione della condotta punita con sanzione conservativa dalla previsione collettiva è coerente con la lettera dell’articolo 18, quarto comma, che vieta operazioni ermeneutiche che estendano l’eccezione della tutela reintegratoria alla regola rappresentata dalla tutela indennitaria nonché, dal punto di vista sistematico, con la chiara ratio nel nuovo regime, in cui la tutela reintegratoria presuppone l’abuso consapevole del potere disciplinare, che implica, a sua volta, una sicura e chiaramente intellegibile conoscenza preventiva, da parte del datore di lavoratore, della illegittimità del provvedimento espulsivo derivante o dalla insussistenza del fatto contestato oppure dalla chiara riconducibilità del comportamento contestato nell’ambito della previsione della norma collettiva fra le fattispecie ritenute dalle parti sociali inidonee a giustificare l’espulsione del lavoratore. ”

error: Contenuto protetto
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.