Close

23 Giugno 2020

Accertamento sui conti bancari e prova scritta in favore del contribuente

Accolto il ricorso della contribuente che aveva 143 mila euro pur dichiarando zero
E quindi il contribuente può far annullare l’accertamento fondato sui versamenti in banca sospetti producendo una dichiarazione giurata di chi ha donato il denaro.

… «nel processo tributario, il divieto di prova testimoniale previsto dall’art. 7 del d.lgs. n. 546 del 1992 si riferisce alla prova testimoniale da assumere con le garanzie del contraddittorio e non implica, pertanto, l’impossibilità di utilizzare, ai fini della decisione, le dichiarazioni che gli organi dell’amministrazione finanziaria sono autorizzati a richiedere anche ai privati nella fase amministrativa di accertamento e che, proprio perché assunte in sede extraprocessuale, rilevano quali elementi indiziari che possono concorrere a formare, unitamente ad altri elementi, il convincimento del giudice».

Fra l’altro, il potere di introdurre dichiarazioni di terzi rese in sede extraprocessuale opera, con il medesimo valore probatorio, anche per la parte contribuente, la quale, nella fattispecie in esame, per superare la presunzione legale derivante dal citato art. 32, primo comma, del d.P.R. n. 600 del 1973, ha prodotto in giudizio la dichiarazione giurata a firma di un uomo, con la quale quest’ultimo confermava l’avvenuta dazione in contanti in favore della contribuente di ingenti somme (circa euro 50.000,00 per ciascun anno) a titolo di liberalità al fine di consertirle di fare fronte alle esigenze personali ed a quelle della madre.

Quindi la valenza indiziaria riconosciuta alle dichiarazioni di terzi anche in favore della parte contribuente costituisce, infatti, concreta attuazione dei principi del giusto processo ex art. 46 della Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali (CEDU), ratificata e resa esecutiva dalla legge 4 agosto 1955, n. 848, e garantisce il principio di parità delle armi processuali, nonché l’effettività del diritto di difesa.

error: Contenuto protetto
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.