Close

31 Gennaio 2020

News Cassazione sul condominio

Niente indennizzo anche se l’impalcatura per i lavori preclude al condomino l’uso del box auto
Escluso il diritto pecuniario al proprietario esclusivo dell’autorimessa perché i lavori sono contenuti nel tempo, rientrano nella normale tollerabilità e sono realizzati per la conservazione dell’edificio
Né indennizzo né risarcimento. È escluso ogni diritto pecuniario in favore del singolo proprietario esclusivo nei confronti del condominio anche se l’impalcatura necessaria per i lavori all’edificio viene montata davanti al box auto del primo impedendogli di utilizzarlo. E ciò perché l’intervento da realizzare è di consolidamento statico del fabbricato, dunque va portato a termine nell’interesse di tutti, e rientra nella normale tollerabilità ex articolo 844 Cc perché si presuppone abbia una durata limitata nel tempo.

 

Non è il condominio che può chiedere il risarcimento al proprietario esclusivo rumoroso
Sono i singoli danneggiati a dover esperire l’azione ex articolo 844 Cc, che ha natura reale: l’ente gestorio non è titolare di alcun diritto alla salute. Va trascritta la clausola anti b&b del regolamento
Non può essere il condominio a trascinare in tribunale il singolo proprietario esclusivo che con i rumori dei suoi ospiti disturba i residenti nello stabile. E ciò perché l’azione ex articolo 844 Cc contro le immissioni sonore moleste ha natura reale: devono dunque essere i singoli danneggiati a chiedere il risarcimento al condomino, che con ogni probabilità gestisce un bed and breakfast nel suo appartamento, mentre non è legittimato il condominio che in quanto ente immateriale non risulta titolare di alcun diritto alla salute.

 

 

error: Contenuto protetto
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.