Close

23 Ottobre 2019

E’ l’assicurazione che deve provare se vi e’ massimale e di che importo

“Nelle assicurazioni di responsabilità il massimale non costituisce un elemento essenziale della polizza: il contratto ben può essere stipulato senza la pattuizione ad hoc. E ciò perché si tratta soltanto del limite posto all’eventuale debito della compagnia verso il cliente: l’assicurazione che vuole farlo valere in giudizio deve allegare e provare l’esistenza del patto, al di là del fatto che il massimale sia o no esaurito quando il giudizio risulta introdott”

. È quanto emerge dall’ordinanza 26813/19, pubblicata il 21 ottobre dalla sesta sezione civile della Cassazione, che smentisce l’orientamento indicato dalla sentenza 10811/11.

Work in progress
Accolto il ricorso proposto dall’assicurazione dell’azienda ospedaliera in un caso di malasanità. Il tribunale accoglie la domanda di risarcimento perché, se i medici si fossero accorti subito della frattura, il paziente avrebbe evitato postumi permanenti dopo l’incidente stradale. Nel corso del giudizio d’appello la compagnia versa ai terzi danneggiati l’indennizzo dovuto. E nella comparsa conclusionale eccepisce l’esaurimento del massimale. Sbaglia il giudice del gravame a non esaminare la difesa ritenendola tardiva. Allegazione e prova del massimale costituiscono un’eccezione in senso stretto che deve osservare le preclusioni assertive e istruttorie ex articoli 167 e 183 Cpc.

Fatto costitutivo
Nell’assicurazione di responsabilità il massimale esprime il limite dell’obbligazione indennitaria a carico della compagnia: assolve in tal senso la stessa funzione del valore della cosa oggetto della polizza nelle assicurazioni di cose. Ma mentre nelle seconde il valore della cosa assicurata è elemento essenziale del contratto, non può dirsi altrettanto nelle polizze sulla responsabilità: il fatto costitutivo che fa scattare la pretesa dell’assicurato a essere tenuto indenne dalla compagnia è soltanto il verificarsi di un sinistro che ha le caratteristiche indicate nel contratto. L’esistenza e la misura del massimale, dunque, costituiscono solo i paletti al debito dell’assicurazione, la quale deve provarle, altrimenti risponde della domanda di garanzia senza limite. È il patto che conta: nulla rileva che l’esaurimento del massimale sopraggiunga in corso di causa. Parola al giudice del rinvio.

error: Contenuto protetto
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.