Close

5 Agosto 2019

Mail come prova

Il carteggio via mail può provare quali siano  gli accordi raggiounti tra il marito e la moglie sulla ripartizione delle spese.

E quindi si desume che la ricerca della volontà delle parti dev’essere fatta dal giudice prima di tutto sulla base del criterio letterale e poi da un esame complessivo delle divere clausole dell’accordo.

…., “nell’’interpretazione del contratto, che è attività riservata al giudice di merito, censurabile in sede di legittimità solo per violazione dei canoni ermeneutici o vizio di motivazione, il carattere prioritario dell’elemento letterale non va inteso in senso assoluto, atteso che il richiamo nell’art. 1362 c.c. alla comune intenzione delle parti impone di estendere l’indagine ai criteri logici, teleologici e sistematici anche laddove il testo dell’accordo sia chiaro ma incoerente con indici esterni rivelatori di una diversa volontà dei contraenti.”:

error: Contenuto protetto
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.