Close

6 Maggio 2019

Quando le assenza sono addebitabili al datore di lavoro

No al licenziamento per superamento del comporto anche se l’Inail nel procedimento amministrativo ha effettuato un accertamento negativo per la qualificazione dell’infermità ai fini delle prestazioni erogabili. E ciò perché il giudice non è vincolato dalle valutazioni dell’ente previdenziale e ben può verificare se le assenze causate da quello stesso problema di salute risultano comunque imputabili al datore e dunque devono essere defalcate dal periodo di conservazione del posto, superato il quale scatta il recesso dell’azienda.

error: Contenuto protetto
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.