Close

6 Maggio 2019

Conseguenza della apertura di una finestra sul muro comune

L’apertura di una finestra sul muro comune non altera il decoro architettonico leso da abusi precedenti e quindi la modifica alla facciata diventa irrilevante quando ci sono stati altri interventi che hanno compromesso l’estetica e per i quali non è stato chiesto il ripristino

La corte ha rilevato  che la finestra si apriva nella facciata in modo del tutto identico ad altra finestra sottostante aperta in precedenza e per la quale non risultava che fosse stata richiesta l’eliminazione.
La circostanza, pertanto, escludeva un’alterazione del decoro architettonico dello stabile già compromesso da preesistenti abusi.
…”in tema di condominio non può avere incidenza lesiva del decoro architettonico di un edificio un’opera modificativa compiuta da un condomino, quando sussista degrado di detto decoro a causa di preesistenti interventi modificativi di cui non sia stato preteso il rispristino… Infatti la lesività estetica dell’opera abusivamente compiuta non può rilevare in presenza di una già grave evidente compromissione del decoro architettonico dovuto a precedenti interventi sull’immobile».

error: Contenuto protetto
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.