Close

25 Febbraio 2019

Risarcimento senza reintegra

La tutela reale viene esclusa quando non risulta prevista una sanzione conservativa.

Il licenziamento è illegittimo, ma e’ possibile solo  il risarcimento senza la reintegra del dipendente anche se il recesso deve ritenersi sproporzionato.

Infatti la condotta addebitata al lavoratore non risulta punita con mera sanzione conservativa dal contratto collettivo. E quando l’azienda ritiene offensive le affermazioni del prestatore è quest’ultimo a dover dimostrare di aver esercitato una legittima facoltà di critica.

Concludendo :

la tutela reale non può avere luogo  benché il provvedimento espulsivo sia ritenuto eccessivo;  la reintegra è dovuta quando il fatto contestato non sussiste oppure risulta irrilevante sul piano disciplinare o non imputabile al lavoratore. Analogamente  quando la non proporzionalità della sanzione rispetto alla condotta addebitata risulta dal Ccnl o dai codici disciplinari applicabili che prevedono in proposito soltanto una misura conservativa.

In caso contrario si rientra nelle altre ipotesi del quinto comma che prevede la tutela indennitaria forte.

error: Contenuto protetto
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.