Close

7 Gennaio 2019

L’accertamento sul conto della moglie del professionista e’ illegittimo

Per la individuazione dei ricavi in nero “devono sussistere gravi indizi che il contribuente abbia la piena disponibilità del denaro”;

….  a meno che l’ufficio non abbia in mano gravi indizi che attestano la disponibilità di tale conto da parte del contribuente.

” …, l’art. 32 comma primo n.7 d.P.R. 29 settembre 1973 n.600 disciplina l’accertamento di tipo bancario, prevedendo la facoltà dell’ufficio di richiedere all’ente creditizio documenti relativi a qualsiasi rapporto intrattenuto con i loro clienti”…. poiché la disposizione non limita l’acquisizione della documentazione ai soli conti bancari formalmente intestati al contribuente accertato, si deve ritenere che l’acquisizione della documentazione bancaria può estendersi anche ai conti correnti intestati a terzi soggetti, ma alla condizione che, pur in mancanza della formale titolarità, il conto sia nella disponibilità di fatto del contribuente sottoposto a verifica fiscale…”

error: Contenuto protetto
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.