Close

5 dicembre 2018

Consenso medico informato e danni

Il paziente viene risarcito solo se prova che avvisato dei veri rischi non si sarebbe sottoposto all’intervento

Quando il danneggiato chiede il ristoro da lesione alla salute per l’attomedico, pur eseguito in modo corretto, perché non informato adeguatamente, deve provare che avrebbe rifiutato l’operazione

….. «dove il paziente, come nel caso in esame, sul presupposto che l’atto medico sia stato compiuto senza un consenso consapevolmente prestato, richieda il risarcimento del danno da lesione della salute, determinato dalle non imprevedibili conseguenze di un atto terapeutico, necessario e correttamente eseguito secundum legem artis, deve allegare e dimostrare che avrebbe rifiutato quel determinato intervento se fosse stato adeguatamente informato».e il convenuto in causa  «anche con presunzioni, che, se adeguatamente informato, non avrebbe autorizzato l’intervento anche nell’ipotesi di operazione salva vita».

error: Contenuto protetto
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.