Close

4 dicembre 2018

Patto in anonimato e riconoscimento figli

Prevale sempre (o fino a che si apossibile) la “naturalità”

Il principio esppresso dalla cassazione prevede che il riconoscimento materno dopo il parto in anonimato revoca la dichiarazione di adottabilità
La  donna ha dimostrato  che la sentenza di adottabilità era stata emessa dopo la sua istanza con la conseguenza che la dichiarazione di adottabilità doveva essere revocata. In pratica il diritto al riconoscimento da parte della madre biologica poteva essere esercitato anche in un secondo momento rispetto al parto.

La cassazione ha sancito  che il riconoscimento materno dopo il parto in anonimato non era precluso dalla sopravvenuta declaratoria di adottabilità del minore e sarebbe stato (non nullo ma) inefficace solo se questa declaratoria fosse stata seguita dall’affidamento preadottivo, che invece nella specie non era avvenuto.

error: Contenuto protetto
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.