Close

10 Aprile 2018

In materia di casa familiare e di convivenza more uxorio

sequestro,immobile,societa di comodo,reddito minimo,accertamento,imposte,agenzia entrate,equitalia,pignoramento,custode,canoni,frutti,debiti,imposta dominicale,accertamento,immobile,lusso,prestito,bonifico,banca,accertamento

La convvente ha diritto di  continuare a vivere nella casa “familiare” anche se non di sua proprietà.

E ciò anche se ha un figlio non av uto dal suo precedente convivente

Eì uno dei tanti  effetti distorti insdotti dalla legge del 2016 che, con l’obiettivo nobile di difendere i diritti dei convivente, ha finito col limitare i diritti di altri soggetti, tra cui i figli.

La durata di questo periodo e’ di tre anni e solo  decorso questo termine si  potrà chiedergli di lasciare la casa

error: Contenuto protetto
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.