Close

4 Aprile 2018

La somministrazione del lavoro e i picchi di lavoro

somministrazione,lavoro subordinato,picch

La somministrazione di mano d’opera presupponee i picchi di lavoro; senza di essi  il rapporto si trasforma in contratto a  tempo indeterminato.

E la prova della esistenza di detti picchi spetta al datore di lavoro

Ma quando il magistrato opera la conversione in contratto a tempo indeterminato liquida solo l’indennità  omnicomprensiva del collegato lavoro, ossia quanto inserito nella legge 183/10.

Cio’ si spiega con il aftto che «l’indennità prevista dalla legge 183/10 (articolo 32) trova applicazione ogni volta ci sia un contratto di lavoro a tempo determinato per il quale operi la conversione in contratto a tempo indeterminato e, dunque, anche in caso di condanna del datore di lavoro al risarcimento del danno subito dal lavoratore che abbia chiesto e ottenuto dal giudice l’accertamento della nullità di un contratto di somministrazione lavoro, convertito, ai sensi del decreto legislativo 276/03 (articolo 27, ultimo comma) in un contratto a tempo indeterminato tra lavoratore e utilizzatore della prestazione». 

error: Contenuto protetto
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.