Close

29 Marzo 2018

Sulla notifica dell’accertamento al contribuente assente

notifica,vicina di casa,irreperibilità,destinatario

In assenza del contribuente la notifica dell’accertamento e’ valida se consegnata a chiunque si dichiara titolato a riceverlo.

Insomma basta vi sia qualcuno che firmi assumendosi la responsabilità della ricezione

Nel caso specifico con una discussa ordinanza la corte ha ritenuto  valida la notifica dell’atto impositivo consegnata a una vicina di casa del contribuente (in particolare alla dipendente di uno studio commerciale del piano di sopra).

Per la Cassazione basta “che la presenza del consegnatario non sia meramente occasionale o temporanea, e la non occasionalità si presume dalla accettazione senza riserve dell’atto e dalle dichiarazioni recepite dall’ufficiale giudiziario nella relata di notifica. Infatti, incombe sul destinatario dell’atto, che contesti la validità della notificazione, l’onere di fornire la prova contraria e, in particolare, l’inesistenza di alcun rapporto con il consegnatario, comportante una delle qualità sopra indicate, ovvero la occasionalità della presenza dello stesso consegnatario, mentre per tale forma di notificazione non è necessario l’ulteriore adempimento dell’avviso al destinatario, a mezzo lettera raccomandata, dell’avvenuta notificazione, come è invece previsto, al quarto comma dello stesso art. 139, in caso di consegna al portiere o al vicino di casa.”

error: Contenuto protetto
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.