Close

14 Febbraio 2018

Il telefono piange anche per il depresso (e non gli allunga la vita)

risarcimento,.linea telefonica.adsl,interruzione,trasferimento,registrazione,telefonata,pubblicazione,quotidiano,giornalista,garante privacy,ricettazione,incauto acquisto,tariffe,telefono,adsl,fibra ottica,telefono,fatturazione,28 giorni,agcom

E soprattutto non gli evita il licenziamento.

Ebbene si, un depresso ha dichiarato di usare il telefono aziendale per sentirsi meno solo

Licenziato chi con la scusa della depressione usa il telefono aziendale per «sentirsi meno solo»

Anche perchè  se la patologia fosse reale e addebitabile alle condizioni di lavoro, non sarebbe comunque giustificabile l’uso di mezzi dell’impresa per fini privati poichè induce un danno economico
Il «ripetuto uso illecito di mezzi aziendali a fini personali con un danno di una certa consistenza al datore di lavoro uno stato di sofferenza psicologica, anche attribuibile a quest’ultimo»….anche perchè al dipendente non poteva sfuggire il carattere illecito della condotta e «certamente non poteva nemmeno ipotizzarsi una sorta di diritto di ritorsione per comportamenti pretesamente mobbizzanti».

Aggiungo i giudici «se si ammettesse che il lavoratore all’epoca fosse affetto da depressione, nulla gli avrebbe impedito di ricorrere alle cure del caso, e cioè che anche una situazione di particolare fragilità psichica del lavoratore, per mera ipotesi argomentativa ascrivibile al datore di lavoro, non legittimerebbe comportamenti come quelli contestati e cioè l’indebito uso di mezzi aziendali come il telefono per fini propri e con grave danno economico del datore di lavoro, la cui contrarietà alla correttezza e buona fede è intuitiva».

error: Contenuto protetto
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.