Close

22 Gennaio 2018

Malformazioni del feto e risarcimento danni

malasanita,feto,aborto,medico,onere della prova

E’ possibile interromperre la gravidanza dopo i primi 90 giorni in maniera legale sotto alcune condizioni

esattamente i casi sono

-anomalie e malformazioni dle ascituro

-grave pericolo fisio psichico per la madre

Nel caso esaminato dalla coorte di cassazione tali elementi sussistono nel caso di un feto che non abbia le braccia

Sempre secondo la corte non è necessario né che ci si trovi di fronte a una malformazione grave, né che questa affligga le capacità intellettive del nato.

 Per accertare una eventuale colpa medica dericvante da mancata o erronea comunicazione circa lo stato di salute del feto crea problemi in ordine alla prova  che grava in capo al genitore che agisce per il risarcimento del danno, il quale può assolverlo “tramite presumptio hominis, in base a inferenze … quali il ricorso al consulto medico funzionale alla conoscenza dello stato di salute del nascituro, le precarie condizioni psico-fisiche della gestante o le sue pregresse manifestazioni di pensiero propense all’opzione abortiva”.

Adempiuto tale onere sta al  medico provare il contrario

 

error: Contenuto protetto
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.