Close

7 Giugno 2017

Scrivere contro il datore di lavoro non porta sempre al licenziamento

facebook,azienda,controllo,lavoratori,social,sfacebook,ingiuria,datore di lavoro,lavoratore,critiche,ocial,risarcimento,rapporti,spia,spiare,facebook,reato,telefoni,social network,coniuge

 

Il post  su Facebook è una denigrazione «esorbitante e gratuita» e attribuisce un fatto diffamatorio alla legale rappresentante della società.

Il Gip archivia la denunzia ma resta confermata «la sostanziale non illecità» del post sul social network perché la censura mossa dal datore non è adeguata.

 

 

error: Contenuto protetto
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.