Close

24 Maggio 2017

Nessun consenso del dipendente per la cessione del ramo di azienda

cessione,ramo,azienda,.lavoratore,licenziamento,dimissioni,recesso

Nel caso di cessione di ramo d’azienda non si richiede nessun consenso al lavoratore che semmai potrà recedere una volta perfezionatasi la cessione

il trasferimento di ramo e’ regolato dall’articolo  2558 Cc «alla cui stregua, se non è pattuito diversamente, l’acquirente subentra nei contratti stipulati per l’esercizio dell’azienda stessa che non abbiano carattere personale». ….. «la disciplina di carattere commerciale è qualificata da un carattere dispositivo, mentre la regola lavoristica si configura come norma imperativa in base alla quale il rapporto di lavoro con l’imprenditore subentrante costituisce un effetto automatico ex lege della vicenda circolatoria».

Quindi

-la cessione non e’ motivo di licenziamento «nelle ipotesi di cessione d’azienda si realizza, con riferimento alla posizione del lavoratore, una successione legale nel contratto che non richiede il consenso del contraente ceduto, il quale potrà successivamente esercitare il proprio diritto di recesso nei termini sanciti dal comma quarto dell’articolo 2112 Cc».

error: Contenuto protetto
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.