Close

7 Maggio 2017

La provenienza illecita dei soldi deve essere provata

flussi,denaro,entrate,uscite,rimesse,evasione fiscale,rimborso spese

Il sequestro di un conto del top manager di una azienda i cui vertici sono inquisiti per evasione fiscale non e’ ammissibile ove venga provato che le rimesse  sono rimborsi di anticipi su cauzioni a imprese estere
E’ stata completamente ignorata dal gip  la ricostruzione alternativa sull’origine dei flussi finanziari considerati redditi non dichiarati:

«l’analisi completa dei movimenti effettuati sui conti correnti riconducibili al ricorrente, dai quali emergerebbe una sostanziale equivalenza tra le entrate e le uscite: ciò dimostrerebbe l’assunto del ricorrente secondo cui le somme accreditate sui suoi conti correnti costituirebbero restituzioni di anticipazioni da egli eseguite a favore di operatori commerciali russi, al fine di evitare loro di provvedere ai depositi cauzionali richiesti da una società poi da quest’ultima restituite a seguito del perfezionamento degli acquisti e del pagamento dei relativi corrispettivi, anticipazioni che l’imputato eseguiva allo scopo di favorire tali acquisti e di lucrare le relative provvigioni».

error: Contenuto protetto
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.