Close

25 Marzo 2017

Il gestore dell’impianto non risponde dei danni allo sciatore che va intenzionalmente fuori pista

sciatore,fuoripista,danni,gestiore impianto,responsabilita

Finisce ai bordi del tracciato l’obbligo di proteggere l’utente a carico del titolare, che non è garante dei beni giuridici esposti a eventuali pericoli sul terreno.
Al di fuori della pista, infatti, il gestore non ha alcun potere di organizzazione né di dominio sui possibili rischi cui si espongono gli utenti. La protezione dell’utente «cessa ai bordi della pista», e cio’ indipendentemente dalle dimensioni del tracciato purche, aggiungiamosia ben evidenziato il grado di difficolta della pista

Nella decisione del giudice di seconde cure si legge che l’obbligo del titolare alla prevenzione di eventuali pericoli non si limita solo alla pista, ma riguarda anche le sue «adiacenze». Ma  la Corte ha erroneamente collegato il termine “adiacenze” all’obbligo di garanzia, mentre il termine è connesso «alle sole condizioni di innevamento».
Dunque, «al di fuori dell’ambito della pista, il gestore non ha alcun potere di dominio sulle possibili fonti di pericolo per i terzi, né alcun potere di organizzazione, intervento e vigilanza, con la conseguenza che non ha alcun obbligo di attivarsi per impedire il verificarsi di eventi lesivi nei confronti di soggetti terzi».

error: Contenuto protetto
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.