Close

18 Febbraio 2017

Senza la calunnia non si licenzia

lavoratore,tfr,inps,fallimento,tfr,,licenziamento,obbligo prestatore,illecito,rifiuto,prestazione,sospensione,llavoratore,sospeso,scioepro.sanzione disciplinare

Un dipendente che denunzia il proprio datore di lavoro per illeciti penali non e’ licenziabile

Nel caso in questione un dipendente aveva accusato il datore di lavoro per un uso illegittimo della cassa integrazione che, come si sa, viene gestita con denaro pubblico;

E’ stato licenziato

Ma e’ ” lo Stato di diritto a sollecitare l’intervento dei cittadini di fronte alla violazione della legge penale, sebbene ritenga doverosa tale iniziativa solo se ricorrono episodi particolarmente gravi. ; ma , «non integra giusta causa o giustificato motivo soggettivo di licenziamento la condotta del lavoratore che denunci all’autorità giudiziaria o all’autorità amministrativa competente fatti di reato o illeciti amministrativi commessi dal datore di lavoro, a meno che non risulti il carattere calunnioso della denuncia o la consapevolezza della insussistenza dell’illecito, e sempre che il lavoratore si sia astenuto da iniziative volte a dare pubblicità a quanto portato a conoscenza delle autorità competenti».

error: Contenuto protetto
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.