Close

6 luglio 2018

Il cambio di orario “dissennato” determina i danni

turni,turnisti,genitori,figli,aziende

Ae il datore di lavoro  cambia l’orario costringendo il lavoratore a lunghe pause deve risarcirgli il danno

Peraltro deve trattarsi di continui turni senza la possibilità per il lavoratore di rientrare a casa

L’insorgere dell’obbligo al risarcimento deriva dal divieto di comportamenti vessatori

e alla insorgenza di stati di morbilità

Per quanto attiene all’onere della prova il lavoratore deve solo dimostrare  la turnazione e al datore di lavoro   provare la mancanza in concreto della conseguenze sanitarie e lavorative

error: Contenuto protetto
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.