Close

24 aprile 2018

Astreinte (*) al condominio che non fa rispettare il suo regolamento

astreinte,condominio,affittacamere,casa vcanza,bed&breakfast

La casa vacanza deve essere chiusa perche il regolamento non permette gli affitta camere

Il proprietario non adempie malgrado l’ordine di giudice

In talò caso e’ previsto l’astreinte ossia una sanzione pecuniaria che si applica ogni qualvolta non sia in discussione il pagamento di una somma di denaro bensi un fare infungibile

In italia la parola francese atreinte viene tradotta come “spinta forzosa”

Le astreintes sono modelli giurisprudenziali presenti nell’ordinamento francesce  di coercizione indiretta al fine di spingere un obbligato inadempiente alladempimento Consistono in una somma da pagare da parte del debitore inadempiente qualora questo si rifiuti di ottemperare all’ordine del giudice di eseguire la prestazione dovuta. Si distinguono in astreinte provvisoria (comminatoire) qualora possa essere modificata successivamente dal giudice, o definitiva.

La somma ingiunta non va valutata in base al danno subito dall’altro obbligato, bensì dalla capacità patrimoniale dell’inadempiente ed eventualmente da altri parametri come il grado di colpa: questo perché l’astreinte non è una forma riparatoria, che ricadrebbe oltretutto nel campo del risarcimento, ma una forma di coercizione affinché quella prestazione venga effettuata. Tale questione ha creato notevoli dibattiti nell’ambiente giuridico francese in quanto i giudici erano soliti comminare astreintes definitive in base all’entità del danno subito: la Cassazione francese ha dovuto eliminare ogni dubbio in merito a domande di privati che giudicavano troppo onerosa la pena comminata in base all’oggetto del contenzioso, stabilendo che non si trattava di una misura relativa al danno o alla prestazione, ma col mero scopo di far adempiere l’altro soggetto.

In Italia: la recentissima riforma del processo civile, operata con L. 18 giugno 2009, n° 69, introduce per la prima volta nell’ordinamento italiano un meccanismo simile alle astreintes: è la cosiddetta coercizione indiretta, prevista all’art. 614-bis c.p.c.; essa demanda al Giudice di fissare una somma di denaro dovuta dall’obbligato per ogni sua violazione, successiva inosservanza o ritardo nell’esecuzione di un obbligo di fare infungibile o di non fare.

 

Articolo 614 bis cpc

Con il provvedimento di condanna all’adempimento di obblighi diversi dal pagamento di somme di denaro il giudice, salvo che ciò sia manifestamente iniquo, fissa, su richiesta di parte, la somma di denaro dovuta dall’obbligato per ogni violazione o inosservanza successiva, ovvero per ogni ritardo nell’esecuzione del provvedimento(2). Il provvedimento di condanna costituisce titolo esecutivo per il pagamento delle somme dovute per ogni violazione o inosservanza. Le disposizioni di cui al presente comma non si applicano alle controversie di lavoro subordinato pubblico e privato e ai rapporti di collaborazione coordinata e continuativa di cui all’articolo 409.
Il giudice determina l’ammontare della somma di cui al primo comma tenuto conto del valore della controversia, della natura della prestazione, del danno quantificato o prevedibile e di ogni altra circostanza utile(3).

 

error: Contenuto protetto
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.