Close

9 febbraio 2018

Obbligo di informazione del lavoratore e danni

licenziamento,supervisore,sconto,fornero,tutele crescenti,licenziamento,conservazione posto,ccnl,jobs act.licenziamento,patto di prova,ingiustificatezza,licenziamento nullo,lavoratore,datori di lavoro,trasferimento,illegittimo,ansia,danni, tabelle milanesi,,licenziamento,disciplinare,tardivo,lavoro,dequalificazione,mobbing,retribuzione,dipendente,persecuzione,datore di lavoro ,licenziamento,atto recettizio,lavoratore,procedimento,sanzione,licenziamento,immodificabile,giusta causa,giustificato motivo,incinta,gravidanza

Il datore di lavoro ha l’obbligo di informare dei rischi che corre il lavoratore il quale va risarcito indipendentemente dal luogo ove ha subito il danno o in qualsiasi prestazione lavorativa sia impiegato in esecuzione degli ordini del datore di lavoro

Dice la cassazione che “il luogo di lavoro non è limitato allo spazio strettamente necessario per il compimento della specifica mansione di ciascun lavoratore, ma va ragionevolmente esteso anche alle zone adiacenti, dove gli addetti possano comunque recarsi e muoversi». e quindi «l’obbligo di informazione sui rischi esistenti in quel luogo e sulle modalità per evitarli, sussiste anche nei confronti di chi non svolga mansioni strettamente connesse ai rischi medesimi».

error: Contenuto protetto
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.